Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cooperazione Culturale

 

Cooperazione Culturale

09/06/2022

CONTRIBUTI PER VISITE DI RICERCATORI, DOCENTI, ESPERTI, PERSONALITA' E OPERATORI CULTURALI

La DGDP del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale eroga contributi per incentivare lo svolgimento in Italia e all'estero di missioni da parte di ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali italiani o stranieri. Si tratta di un utile strumento di sostegno all'internazionalizzazione del sistema universitario, culturale e creativo italiano, favorendo in particolare lo sviluppo di partenariati e progetti culturali o scientifici fra istituzioni straniere ed italiane, che possano dispiegare i propri effetti nel medio e nel lungo termine.

Si prega di verificare la procedura per i richiedenti italiani e la procedura per i richiedenti stranieri.

Si precisa che ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali ucraini invitati a trascorrere un periodo di permanenza presso istituzioni universitarie o culturali italiane per ragioni di studio o di ricerca possono richiedere al MAECI un contributo economico consistente nella copertura parziale delle spese di soggiorno, erogato in forma forfettaria. Alla luce della disponibilità dei fondi, il contributo può essere erogato per un numero inferiore di giorni rispetto a quelli richiesti nella domanda. Avranno priorità le richieste di contributo di ricercatori, docenti, esperti, personalità della cultura e operatori culturali stranieri.

Ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali italiani residenti in Italia invitati a trascorrere un periodo di permanenza presso istituzioni universitarie o culturali straniere per ragioni di studio o di ricerca possono richiedere al MAECI un contributo economico consistente nella copertura parziale (nella misura dell'80%) delle spese di viaggio, erogato a missione conclusa. Si precisa che il viaggio, per il quale è richiesto il rimborso, NON può abbracciare più Paesi e che l'invito all'estero non può essere vincolato all'erogazione del contributo da parte del MAECI.

Le domande dovranno pervenire all’Istituto Italiano di Cultura di Kiev (istitutoculturakyiv@gmail.com) entro il 10 novembre 2022 e saranno soggette ad una valutazione della Sede secondo i seguenti criteri:
- caratteristiche del richiedente, incluso il curriculum e l'età;
- possibili ricadute di medio e lungo termine della missione in termini di sviluppo di progetti culturali o scientifici e partenariati fra istituzioni italiane e straniere;
- prestigio delle istituzioni culturali coinvolte;
- principio di rotazione fra i beneficiari dei contributi.

La domanda di richiesta del contributo può essere inviata primo o dopo aver svolto la missione. I beneficiari del contributo, sia italiani che stranieri, dovranno inviare all’Istituto Italiano di Cultura una relazione sull'attivita' svolta. La relazione va inviata entro trenta giorni dalla fine della missione.
Si segnala che non sarà possibile prevedere l'erogazione di contributi per missioni che avranno luogo oltre il 14 novembre 2022.

* * *

 

06/08/2020

CONTRIBUTI PER VISITE DI RICERCATORI, DOCENTI, ESPERTI, PERSONALITA' E OPERATORI CULTURALI

La Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese (DGSP) del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) eroga contributi per incentivare lo svolgimento in Italia e all'estero di missioni da parte di ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali italiani o stranieri. Si tratta di un utile strumento di sostegno all'internazionalizzazione del sistema universitario, culturale e creativo italiano, favorendo in particolare lo sviluppo di partenariati e progetti culturali o scientifici fra istituzioni straniere ed italiane che possano dispiegare i propri effetti nel medio e nel lungo termine.

Si prega di verificare la procedura per i richiedenti italiani e la procedura per i richiedenti stranieri.

Si precisa che ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali ucraini invitati a trascorrere un periodo di permanenza presso istituzioni universitarie o culturali italiane per ragioni di studio o di ricerca possono richiedere al MAECI un contributo economico consistente nella copertura parziale delle spese di soggiorno, erogato in forma forfettaria.

Le domande dovranno pervenire all’Istituto Italiano di Cultura di Kiev (iickiev@esteri.it) entro il 3 novembre 2020 e saranno soggette ad una valutazione della Sede secondo i seguenti criteri:
- caratteristiche del richiedente, incluso il curriculum e l'età;
- possibili ricadute di medio e lungo termine della missione in termini di sviluppo di progetti culturali o scientifici e partenariati fra istituzioni italiane e straniere;
- prestigio delle istituzioni culturali coinvolte;
- principio di rotazione fra i beneficiari dei contributi.

La domanda di richiesta del contributo puo’ essere inviata primo o dopo aver svolto la missione.
Si segnala che non sarà possibile prevedere l'erogazione di contributi per missioni che avranno luogo oltre il 15 novembre 2020.

 

* * *

 

Si prega di inviare proposte e progetti unicamente all’indirizzo di posta elettronica iickiev@esteri.it

Si segnala che presso l’Istituto Italiano di Cultura di Kiev non vi è disponibilità di spazi quindi l’IIC di Kiev non può ospitare concerti, spettacoli, incontri con il pubblico, mostre.
L’Istituto Italiano di Cultura di Kiev predispone con largo anticipo il programma delle manifestazioni su richiesta e in collaborazione con le istituzioni statali ucraine in ambito di cultura: Teatri, Sale, Conservatori, Università, Festival, Scuole, Fondazioni, Rassegne, Musei, Istituti centrali, Biblioteche, Centri culturali.
L’Istituto Italiano di Cultura di Kiev non produce spettacoli e risponde agli enti ucraini qualora questi chiedano o propongano collaborazioni per artisti, autori, opere o musicisti Italiani: le richieste e le proposte su carta intestata dell’Istituzione Ucraina vanno inviate con adeguato anticipo a questo Istituto.

L’Istituto Italiano di Cultura di Kiev trasmette al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Italiano il programma delle manifestazioni culturali entro il mese di ottobre di ogni anno per l’anno successivo.

* * *

Premi Nazionali per la Traduzione
La circolare contenente le modalità di presentazione delle domande di premio può essere consultata qui
Il bando e il facsimile della domanda possono essere consultati andando alla voce "Premi e concorsi" > "Premi e contributi alla traduzione"


I rapporti bilaterali in campo culturale e scientifico tra Italia e Ucraina si inquadrano nell’Accordo di collaborazione nei settori dell'istruzione, della cultura e della scienza tra il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo d'Ucraina, firmato il 11 novembre 1997 a Kiev. 

 

 

 


64