Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

News

 

News

22/11/2022

Comunicato stampa

THE BALL a KIEV!

"Sono davvero contento per il fatto che questo giovedì, al Teatro Nazionale dell'Operetta di Kiev, si terrà la prima rappresentazione dello spettacolo “The Ball”, a cura del regista e direttore artistico Matteo Spiazzi, autore di originalissime produzioni italo-ucraine di successo incentrate sulla Commedia dell’arte moderna, sostenute in questi ultimi anni dall'Istituto di Cultura di Kiev e realizzate dal Teatro Comunale di Dramma e Commedia di Kiev “Na Livomu Berezi Dnipra”, ovvero "Left Bank Theatre".

Molto brava anche la coreografa Katia Tubini, che ha collaborato a questa originale e avvicente produzione italo-ucraina. Avevo già in programma di presenziare alla "primissima" dello spettacolo, intendo quella programmata per il 25 febbraio 2022, che abbiamo dovuto cancellare all'ultimo momento a causa dello scoppio della guerra. E' dunque significativo che questa manifestazione molto attesa dal pubblico ucraino possa finalmente aver luogo a Kiev, grazie alla recente riapertura del nostro Istituto di Cultura" così l'Ambasciatore Pierfrancesco Zazo. "La cultura, che è un nutrimento spirituale e ricerca dei più alti valori estetici ed morali che elevano l’umanità , non deve fermarsi mai. Neppure in momenti drammatici come quelli che sta attraversando il popolo ucraino in lotta per la libertà e diritto di esistere Con questo spettacolo, noi diciamo ai nostri amici ucraini che l'Italia c'è a Kiev, è presente, e vi sostiene", ha concluso l'Ambasciatore.

The Ball è una nuova produzione musicale e coreografica che s’ispira al celebre film “Ballando, ballando” di Ettore Scola. Il palcoscenico si trasforma in una sala da ballo animata da stupende musiche sia classiche che contemporanee (e popolari) italiane. La colonna sonora trasporta gli spettatori in un viaggio "nostalgico", a ritroso nel tempo. Gli artisti, alternando sapientemente momenti teatrali e ballo, gettano una luce quasi fiabesca su alcuni dei più significativi mutamenti avvenuti nella cultura e nei costumi del Bel Paese, dai primi decenni del ventesimo secolo fino agli anni Ottanta. Un viaggio avvincente, questo, nella storia dell'Italia unita, una storia colma di stridenti contraddizioni e di prorompente creatività, finché non giunge l'approdo agli anni più recenti della Repubblica fondata sulla democrazia e sulla piena libertà .

 

* * *

 

 

29/09/2022

Comunicato stampa

Il Maestro Simone Onnis, virtuoso della chitarra classica, per una tournée in Ucraina.

"Annuncio con grande piacere che il Maestro Simone Onnis, un virtuoso della chitarra classica che ha suonato nei più prestigiosi teatri del mondo, un interprete davvero versatile, già allievo e assistente di Alirio Diaz, si esibirà in Ucraina -- prima a Leopoli, al teatro Nazionale dell'Opera (il 29 settembre), poi a Kiev, alla Filarmonica (il 1 ottobre). Il Maestro Onnis, d'intesa con il nostro Istituto di Cultura, ha voluto includere nella sua fittissima agenda la sua tournée in questo drammatico momento, proprio per testimoniare il suo affetto e la sua vicinanza al popolo ucraino", così l'Ambasciatore Pier Francesco Zazo.

"La musica si conferma uno straordinario veicolo di pace e di vicinanza fra i nostri due popoli. Ringrazio il Maestro Onnis, in primis, per la sua disponibilità ed il suo entusiasmo, il direttore del Teatro Nazionale dell'Opera di Leopoli Vasyl Vovkun e il direttore della Filarmonica di Kiev Dmytro Ostapenko per la loro preziosa ospitalità e collaborazione. Sono fiero del fatto che l'Italia sia tuttora presente con un suo avamposto culturale in Ucraina, nazione che ritiene la cultura essenziale in tutte le sue manifestazioni, non solo in quanto forma 'spirituale' di svago e intrattenimento, ma anche come canale per la tutela della sua identità europea." ha concluso l'Ambasciatore Zazo.

Leopoli, Teatro dell'Opera e del Balletto Nazionale S. Krushelnytska, 29 settembre (ore 18.00)

In programma i brani di F. Tarrega, J. K. Mertz, M. Giuliani

Kiev, Filarmonica Nazionale d'Ucraina, 1 ottobre (ore 18.00)

In programma i brani di C. Domeniconi, F. Tarrega, M. Giuliani

 

* * * 

 

solomia brava

22/09/2022

Comunicato stampa

L’Italia celebra con l’Ucraina il grande soprano Solomia KRUSHELNYTSKA

"Sono particolarmente emozionato per questo evento che segna la ripresa in grande stile delle attività dell‘ Istituto Italiano di cultura in Ucraina", così l’Ambasciatore d’Italia in Ucraina Pier Francesco Zazo a proposito delle celebrazioni per il 150 anniversario della nascita del celeberrimo soprano Solomia KRUSCELNYTSKA, alla quale è dedicato il Teatro dell’opera di Lviv.

"Solomia è una figura straordinaria che grazie al suo amore per l’opera lirica ha saputo unire ancor più i popoli italiano e ucraino. Una lezione, questa, estremamente attuale nella situazione drammatica che l’Ucraina sta vivendo. Il sostegno che l’Ambasciata d’Italia e l’Istituto di Cultura stanno dando alle celebrazioni è un ulteriore segno della profonda amicizia che lega i nostri Paesi. Un’amicizia fondata sui valori della libertà e dell’amore per la cultura in tutte le sue manifestazioni. Ringrazio il Teatro Nazionale dell'Opera di Lviv e la Fondazione Festival Pucciniano, la presidente Maria Laura Simonetti e il direttore generale Franco Moretti, per aver accolto con entusiasmo l’invito del nostro Istituto di cultura a celebrare insieme questo significativo anniversario.", ha concluso l'Ambasciatore.

Sarà il direttore d’orchestra Maestro Alberto Veronesi, direttore musicale del Festival Puccini di Torre del Lago, a dirigere a Lviv nel Teatro dell’Opera il Concerto di Gala “Solomia brava” il 23 settembre, anniversario della nascita di Solomia. Dirigerà l'Orchestra e il Coro del Teatro nonché bravissimi solisti ucraini. In programma brani d’opera interpretati magistralmente da Solomia nei teatri di tutto il mondo fra cui le famose arie dalla Madama Butterfly. Solomia interpretò, appunto, Madama Butterfly nella straordinaria rappresentazione avvenuta a Brescia, nel 1904, spettacolo che rimediò al fiasco della Prima alla Scala. Fu proprio Solomia - cantante, attrice, poliglotta e animatrice culturale -- a garantire il successo di Madama Butterfly.

 

* * *

 

16/08/2022

"SCIENCE, SHE SAYS!": Premio per giovani ricercatrici straniere (scadenza: 15.09.2022)

Istituito dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il premio "Science, She Says!" è dedicato a giovani ricercatrici straniere che si sono particolarmente distinte nel contesto del Paese in cui operano e sarà attribuito in occasione della prossima edizione della Conferenza delle Addette e degli Addetti Scientifici, prevista per il prossimo autunno nella città di Padova.

Il bando e il modulo per la presentazione della nomina sono disponibili in formato word e pdf. La scadenza per l'invio delle candidature è il 15 settembre 2022.

 

* * * 

 

12/08/2022

Rappresentazione dell'opera "La Bohème" di G. Puccini al Festival Puccini (Torre del Lago) dal Teatro dell'Opera di Lviv

Comunicato stampa

"Sono orgoglioso del fatto che l'Istituto Italiano di Cultura di Kiev -- temporaneamente collocato a Leopoli a seguito della situazione bellica, e che tuttavia continuerà ad operare in tutta l'Ucraina, laddove possibile -- inauguri la nuova stagione culturale, interrotta nel febbraio scorso con lo scoppio della guerra su larga scala e ripresa da qualche giorno, con una collaborazione di straordinaria importanza, quella fra il Festival pucciniano di Torre del Lago e il Teatro Accademico Nazionale dell'Opera e del Balletto di Leopoli, due realtà di assoluto prestigio", ha esordito così l'Ambasciatore Pier Francesco Zazo riferendosi alla nuovissima produzione ucraina della "Bohème", un "fuori programma" voluto fortemente sia dai vertici del Festival pucciniano che dalla regione Toscana per testimoniare la loro vicinanza al popolo ucraino in questo drammatico momento. La Bohème ucraina, che sta suscitando in Italia un vivissimo interesse, verrà rappresentata il 23 agosto nel gran teatro all'aperto di Torre del Lago CON Regia di Giuseppe Visciglia, Direttore Ivan Cherednichenko, Orchestra e Coro della Lviv National Opera, Maestro del Coro Vadym Yatsenko, Coro delle voci bianche del Festival Puccini, Maestro del Coro Chiara Mariani.

"La musica lirica, così, riconferma la sua vocazione: quella d'essere un canale privilegiato per diffondere una cultura di pace e solidarietà fra i popoli. Ringrazio i vertici del Festival pucciniano, la Regione Toscana, i nostri amici del Teatro dell'Opera di LEOPOLI, nonché la direzione per la diplomazia culturale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, che ha voluto sostenerci in questa delicata attività, di non facile realizzazione logistica", ha proseguito l'Ambasciatore Zazo, il quale ha voluto ricordare che "il Teatro dell'Opera di Leopoli è dedicato a una figura straordinaria, un simbolo dell'amicizia fra il popolo ucraino e il popolo italiano: la soprano nonché animatrice-organizzatrice di eventi culturali Solomija Krushelnytska, la quale visse a lungo in Italia nel secolo scorso. Quest'anno ricorrono i 150 anni dalla nascita di Solomiya, a lei dedichiamo questa ed altre iniziative, che penseremo con l'Istituto Italiano di Cultura di Kiev per celebrare la ricorrenza. L'appuntamento di Torre del Lago rappresenta un importante segnale della vicinanza del nostro paese all'Ucraina che copre tutti gli ambiti, anche quello assolutamente da non sottovalutare del supporto alla cultura ed alla divulgazione", ha concluso l'Ambasciatore Zazo.

 

* * *

09/06/2022

CONTRIBUTI PER VISITE DI RICERCATORI, DOCENTI, ESPERTI, PERSONALITA' E OPERATORI CULTURALI

Per maggiori informazioni cliccare qui.

 

L’Ambasciata d’Italia e l’Istituto Italiano di Cultura di Kiev sono lieti di annunciare che LUISS Guido Carli (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali “Guido Carli”) ha stanziato 10 borse di studio a favore di studenti ucraini per un Foundation Course (necessario per coloro che hanno conseguito il diploma di scuola secondaria dopo 11 anni di scolarità), corso di laurea triennale, a ciclo unico o magistrale.

Le borse di studio sono a copertura totale: coprono sia le rette universitarie che il vitto e l’alloggio. Prevedono la riassegnazione all’anno successivo in presenza almeno di una media del 27/30 e del 70% dei crediti previsti nell’anno accademico.

Gli studenti potranno selezionare un corso nell’ambito dei 4 dipartimenti (https://www.luiss.it/ateneo/dipartimenti): Economia e Finanza, Impresa e Management, Giurisprudenza, Scienze Politiche. L’offerta accademica è consultabile qui: https://www.luiss.edu/programs

I corsi triennali e a ciclo unico sono esclusivamente residenziali, mentre i corsi magistrali sono residenziali e dall’a.a 2022/2023 i soli corsi di Strategic Management e Marketing anche digital (ciò significa che si potrà prendere parte al corso da remoto)

Le borse di studio sono rivolte a studenti ucraini, che si trovano in Ucraina o che per ragioni di sicurezza hanno lasciato il paese e si trovano in altri luoghi.

Al momento dell’application il candidato deve avere a disposizione per l’upload (in formato pdf) l’ultimo certificato degli studi (con lista materia/esami, crediti e voti), un certificato di lingua (italiano o inglese), copia del documento di identità, contatti di un professore che può fornire informazioni sul background accademico

I corsi di laurea sono impartiti in lingua italiana o inglese, il candidato potrà decidere di studiare completamente in italiano o completamente in inglese

Il welcome desk assisterà gli studenti durante la fase di richiesta documentazione pre-arrivo e le procedure burocratiche una volta a Roma (apertura conto corrente, codice fiscale, etc.)

Invitiamo gli interessati a compilare il seguente modulo https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeSQ1o7pIgW2Ke-mmliWNFkqtjvBLwkclG5t7wSfAD7_RXvrQ/viewform entro il 25 maggio p.v. per ricevere le istruzioni per la presentazione delle candidature.

22/03/2021

È stato pubblicato il nuovo bando 2021 relativo ai premi e contributi concessi dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in favore delle traduzioni in lingua straniera di opere letterarie e scientifiche (anche su supporto digitale), produzione, doppiaggio o sottotitolatura in lingua straniera di cortometraggi, lungometraggi e serie televisive.

 

27/01/2021

Giorno della Memoria 2021 (Holocaust Remembrance Day): Ambasciata, IIC e Festival Molodist per la proiezione de “La vita è bella”

“Sono lieto che l’Istituto Italiano di Cultura, in sinergia con la nostra Ambasciata e con la collaborazione del prestigioso Festival Internazionale del Cinema Molodist di Kiev, abbia scelto di commemorare quest’anno il Giorno della Memoria con la proiezione de La vita è bella di Benigni, un film che ha ricevuto tanti premi, fra cui il Premio speciale della giuria al Festival di Cannes, nel 1998, e ben tre premi Oscar”, ha affermato il Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Kiev Edoardo Crisafulli, il quale ha poi aggiunto: “sono soddisfatto della scelta di questa pellicola: il tema è estremamente delicato, evoca ancora sofferenze indicibili, e non è facile affrontarlo in chiave artistica. Benigni, come gli è stato universalmente riconosciuto, ha saputo raccontarlo in modo eccezionale, coinvolgendo le emozioni degli spettatori, mediante un geniale intreccio fra comicità e drammaticità. Senza mai banalizzare. A partire dal titolo apparentemente semplice, che allude a un testo di Primo Levi – ‘Io pensavo che la vita fuori era bella, e sarebbe ancora stata bella, e sarebbe stato veramente un peccato lasciarsi sommergere adesso’ (Se questo è un uomo)” ha aggiunto il Direttore.

“Il 27 gennaio rappresenta una data molto importante, il Giorno della Memoria, istituito per legge in Italia nell’anno 2000, al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali varate nell’Italia fascista, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte. Questo Giorno ha anche lo scopo di ricordare coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti all’aberrante progetto di sterminio, rischiando la propria vita” ha proseguito il Direttore Crisafulli. “Ciò che è accaduto appare ancora oggi incredibile e difficile da spiegare alle nuove generazioni che vivono in un mondo così diverso da quello del piccolo Giosuè”, ha concluso il Direttore, citando “con orgoglio” il principio inderogabile in base al quale ogni uomo è depositario di eguali e inviolabili diritti e che nessuno può essere discriminato a causa del sesso, della razza, della religione, del ceto sociale sancito dalla nostra Costituzione.

 

 

06/08/2020

CONTRIBUTI PER VISITE DI RICERCATORI, DOCENTI, ESPERTI, PERSONALITA' E OPERATORI CULTURALI

La Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese (DGSP) del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) eroga contributi per incentivare lo svolgimento in Italia e all'estero di missioni da parte di ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali italiani o stranieri. Si tratta di un utile strumento di sostegno all'internazionalizzazione del sistema universitario, culturale e creativo italiano, favorendo in particolare lo sviluppo di partenariati e progetti culturali o scientifici fra istituzioni straniere ed italiane che possano dispiegare i propri effetti nel medio e nel lungo termine.

Si prega di verificare la procedura per i richiedenti italiani e la procedura per i richiedenti stranieri.

Si precisa che ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali ucraini invitati a trascorrere un periodo di permanenza presso istituzioni universitarie o culturali italiane per ragioni di studio o di ricerca possono richiedere al MAECI un contributo economico consistente nella copertura parziale delle spese di soggiorno, erogato in forma forfettaria.

Le domande dovranno pervenire all’Istituto Italiano di Cultura di Kiev (iickiev@esteri.it) entro il 3 novembre 2020 e saranno soggette ad una valutazione della Sede secondo i seguenti criteri:
- caratteristiche del richiedente, incluso il curriculum e l'età;
- possibili ricadute di medio e lungo termine della missione in termini di sviluppo di progetti culturali o scientifici e partenariati fra istituzioni italiane e straniere;
- prestigio delle istituzioni culturali coinvolte;
- principio di rotazione fra i beneficiari dei contributi.

La domanda di richiesta del contributo puo’ essere inviata primo o dopo aver svolto la missione.
Si segnala che non sarà possibile prevedere l'erogazione di contributi per missioni che avranno luogo oltre il 15 novembre 2020.

* * *

 

nohma 

XII Edizione del Premio Internazionale “Il Teatro Nudo” di Teresa Pomodoro

L’Associazione NO’HMA e il Comune di Milano, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con l'adesione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, promuovono anche quest’anno il Premio Internazionale “Il Teatro Nudo” di Teresa Pomodoro, giunto alla sua XII edizione. Il Premio è intitolato alla memoria di Teresa Pomodoro, ispiratrice e anima di una concezione del teatro aperto all’interazione fra le diverse discipline artistiche. Per poter accedere alle selezioni della XII edizione del Premio Internazionale è necessario inviare il materiale indicato nel Regolamento allegato all’indirizzo e-mail nohma@nohma.it. Si ricorda che lo Spazio Teatro No’hma prenderà in carico – per gli spettacoli selezionati – ogni spesa relativa ad alloggio, viaggio e scheda tecnica.

Presentation

Regulation

 

 

***

 

varvatsev

L'Ambasciata d'Italia e l'Istituto Italiano di Cultura in Ucraina esprimono il loro cordoglio per la scomparsa dell'illustre storico ucraino Mykola Varvartsev (25.09.1929 - 28.04.2020)

L’Ambasciata d’Italia e l’Istituto Italiano di Cultura in Ucraina si uniscono a tutti coloro che hanno apprezzato il lavoro svolto nel campo scientifico e le qualità umane del Professor Mykola Varvartsev. Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e capostipite degli studi storiografici riguardanti le relazioni italo-ucraine, il Professor Varvartsev ha inoltre ricoperto per molti anni la carica di Vice Presidente del Comitato di Kiev della Società Dante Alighieri, fornendo un contributo di primo piano alla diffusione degli studi di italianistica in Ucraina.

Instancabile ricercatore, ha fatto conoscere agli amanti della storia dei nostri due Paesi numerose pagine sconosciute ma molto interessanti delle relazioni bilaterali.

La pubblicazione postuma - sostenuta dall'Ambasciata d'Italia e dall'Istituto Italiano di Cultura - del libro "Gli italiani nell'ambito culturale dell'Ucraina", opera monumentale alla quale il Prof. Varvartsev ha lavorato fino agli ultimi giorni della sua vita, sarà certamente il modo migliore per onorare la memoria di questo grande storico e la sua amicizia nei confronti dell'Italia.


765